Gli allevamenti a cielo aperto garantiscono prodotti salubri alla popolazione, e non sono la causa del diffondersi dell’influenza aviaria.

Un patto di filiera con il settore agro-alimentare italiano per il rilancio dello zucchero e della barbabietola.

Innalzamento delle pensioni minime a 650 euro mensili, incremento della no tax area, inserimento degli agricoltori tra le categorie di lavori usuranti.

Sono solo alcune delle rivendicazioni dell’Anp Associazione Nazionale Pensionati del Veneto, che a Mestre ha rieletto Giuseppe Scaboro presidente regionale. Veneziano, 76 anni, Scaboro è stato dal 2004 al 2009 assessore alle attività produttive e all’agricoltura della Provincia di Venezia.

Sono oltre 43mila i pensionati veneti iscritti alla associazione (che si occupa dei pensionati e degli anziani all'interno della Confederazione Italiana Agricoltori, con 420mila iscritti in Italia),

«La protesta del presidente del Veneto Luca Zaia sulla riforma centralista di AGEA è anche la nostra: si tratta di uno smacco pesante per la nostra regione e di uno schiaffo agli agricoltori».

In Veneto vi sono 9.200 allevamenti di suini, dei quali 7.000 a conduzione famigliare, e 712 sono allevamenti da ingrasso. In tutta la regione si contano circa 600.000 capi, il 4% in più rispetto al 2015, e le province dove si concentra il maggior numero di allevamenti di questo tipo sono Padova, Treviso e Verona.

Secondo i dati della Regione Veneto, aggiornati al 2017, le aziende agricole condotte da under 40 sono 4.192. Nel bando PSR 2016 sono arrivate 522 domande e, di queste, ne sono state finanziate 375, per un importo complessivo di 15 milioni di €. Nell'ultimo bando 2017, sono state presentate 419 domande, 325 delle quali riceveranno risposta positiva, per un finanziamento totale pari a 13 milioni di euro.

I cambiamenti climatici stanno determinando una progressiva riduzione della disponibilità di acqua, con conseguenze drammatiche per le produzioni agricole e la gestione degli allevamenti. Le aziende del settore primario sono costantemente messe in difficoltà da periodi di siccità, alternati da piogge violente e improvvise: tanto per fare un esempio, attualmente, il calo repentino delle temperature e le grandinate hanno causato problemi nella fioritura dei ciliegi e nella produzione di miele da parte delle api.

Martedì, 26 Settembre 2017 15:39

Burocrazia, la bestia nera degli agricoltori

Secondo un'indagine CIA-Censis illustrata da Andrea Toma (Censis) nell'ambito delle celebrazioni per il 40° anniversario della costituzione della Cia-Agricoltori italiani le politiche più utili al rafforzamento del settore agricolo sarebbero rapprsentate da:

Mercoledì, 20 Settembre 2017 07:19

I Migliori in Campo

Valorizzare le eccellenze dell'agricoltura italiana con il supporto di due partner affidabili come ISUZU D-Max e  CIA-Agricoltori Italiani. Questo l'obiettivo con cui nasce "I Migliori nel Campo", un progetto on the road, un viaggio affascinante che ci ha portato in giro per tutta l'Italia, da Nord a Sud, per filmare il lavoro di chi, giorno dopo giorno, si impegna per coltivare l'eccellenza della terra e dell'impresa.
Giovedì, 14 Settembre 2017 14:40

Valter ci ha lasciati

La sera di mercoledì 13 settembre, circondato dall'affetto dei suoi famigliari, a soli 61 anni è venuto a mancare Valter Brondolin, dirigente della Cia del Veneto.