Mercoledì, 22 Aprile 2020 14:36

Anp Veneto, nuove responsabilità nella gestione delle RSA

L’emergenza coronavirus ci consegna un lascito: una nuova consapevolezza e maggiori responsabilità nella gestione delle RSA. Giuseppe Scaboro, presidente regionale di Anp Cia del Veneto, l’Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani, commenta così i dati diffusi sulla mortalità nelle case di riposo.

 

«Si parla di 375 anziani morti nelle nostre strutture Rsa del Veneto. Si dice è tutto sotto controllo perché il tasso di mortalità è del 15,7-15,9%, metà rispetto a quello nazionale, che è del 30,5%. Ma questa ultima percentuale è riferita – è scritto a chiare lettere nelle comunicazioni della Regione – alla mortalità calcolata dal Sole 24 Ore nella fascia d’età 80-89 anni. I 375 morti sono tutti in quella fascia d’età? Sono misure incomparabili, non è un modo corretto di affrontare una vicenda così delicata».

Resta comunque necessario che il Governo solleciti le Regioni affinché si assumano nuova responsabilità sulla qualità delle cure e dei servizi offerti agli anziani ricoverati nelle residenze come nelle case di riposo private, sempre più appannaggio di operatori che nel tempo hanno dovuto compensare, non sempre a dovere, la disorganizzazione, la disattenzione e il disimpegno istituzionale. «Occorre – conferma Scaboro - una gestione che assicuri i requisiti essenziali per la sicurezza sanitaria, che favorisca la socialità e ambienti di vita rispettosi della dignità delle persone in età avanzata e con fragilità fisiche e psicologiche. I servizi socio-assistenziali non possono più essere scollegati e non integrati nel complesso Sistema sanitario pubblico. Quest’ultimo, ne garantisca la trasparenza e vigili sulla gestione dei centri privati, coinvolgendo gli operatori sanitari, le associazioni di categoria e le famiglie dei ricoverati».

Alla luce delle inaccettabili mancanze rilevate con l’emergenza Coronavirus, è tempo che Regioni e aziende sanitarie rivedano – conclude Scaboro - le convenzioni con gli operatori privati e costruiscano nuove sinergie con Comuni e Ussl, associazioni e cooperative sociali, sindacati, terzo settore, mondo dell’istruzione e della ricerca».

Letto 29 volte
Meteo Veneto

turismo verde

Chi siamo

La Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto è la struttura della Cia che opera nel territorio veneto. È un’organizzazione laica, autonoma dai partiti e dai governi, che lavora per il progresso dell'agricoltura e per la difesa dei redditi e la pari dignità degli agricoltori nella società, rappresentando oggi oltre 35.000 aziende.

Leggi tutto...

Notizie Europa

Feed non trovato