Martedì, 14 Gennaio 2020 15:55

Colline Unesco, CIA Veneto: agricoltori prime sentinelle del territorio

«Bene la nascita dell'Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, ma ricordiamo che le prime sentinelle di quel territorio sono gli agricoltori». Gianmichele Passarini, presidente di Cia Veneto, ricorda che è anche merito delle associazioni agricole se si è partiti da una fotografia del territorio che ha portato al riconoscimento di patrimonio.

«Grazie alle osservazioni e raccomandazioni al disciplinare Unesco, abbiamo permesso un approccio che non ponesse vincoli o prescrizioni gravosi agli agricoltori: è proprio il loro lavoro a costituire il "paesaggio culturale" che si intende tutelare».
«Sarà Importante - aggiunge il presidente di Cia Treviso Giuseppe Facchin - che tutto il sistema sia coeso attorno alla strategia comunicativa della promozione della qualità e dell’unicità del territorio. Una sfida per le nostre aziende che, grazie a formazione e competenza, permetterà loro di cogliere le nuove opportunità e diventare pionieri di una nuova forma di accoglienza turistica, capillare nel territorio».

Letto 353 volte Ultima modifica il Mercoledì, 26 Febbraio 2020 12:14